Polkadot è il nuovo killer dell’etereum, dice Bloomberg

Negli anni precedenti, molti progetti sono nati con l’obiettivo di rivendicare lo status di ‚Ethereum Killer‘. Uno di questi progetti è il TRON che ha ripetutamente attaccato l’Ethereum con acrobazie di marketing aggressive da parte del CEO Justin Sun. Secondo la rivista Bloomberg, Polkadot potrebbe avere la possibilità di sostituire l’Ethereum a lungo termine.

In confronto, Polkadot è un progetto giovane che si è ufficialmente spostato sulla Mainnet nel luglio 2020. Da allora, Polkadot è riuscito ad attrarre molti investitori e si è fatto strada nella classifica per occupare la posizione 8 dei più grandi criptos a livello globale per capitalizzazione di mercato.

Commento degli esperti

Gavin Wood, co-fondatore dell’Ethereum, è il fondatore del progetto Polkadot. In precedenza ha lavorato come direttore tecnico all’Ethereum. Anche se i due progetti sono interconnessi, gli esperti e gli analisti ritengono che entrambi abbiano obiettivi notevolmente diversi.

Ethereum è stato progettato per dare agli sviluppatori un modo per programmare, eseguire e poi testare le loro dApp utilizzando contratti intelligenti. Polkadot, dal lato opposto, offre agli sviluppatori di dApp la possibilità di sviluppare la loro blockchain personalizzata in grado di comunicare in modo efficiente con gli altri registri. Gli sviluppatori possono quindi decidere da soli quanto sono elevate le commissioni di transazione e quanto velocemente le transazioni devono essere confermate.

Wood ha spiegato questa strategia recentemente:

„Vedremo molti prodotti innovativi diversi che non possono esistere in un ambiente contrattuale intelligente. Le catene di blocco del gioco, per garantire che i giocatori non imbrogliano. Blockchains all’interno dei consorzi. Sono difficili da implementare in un ambiente contrattuale intelligente“.

Il Managing Partner del Gruppo Sparta, Kelvin Koh, ha anche spiegato che, secondo lui, Polkadot non è un concorrente diretto dell’Ethereum. Tuttavia, ha detto che ci possono essere effetti sinergici:

„Credo in un mondo multi-catena interconnesso da ponti. Polkadot e Cosmos non sostituiranno l’Ethereum. Inoltre non escluderebbe catene come Near, Solana, AVA, AVA, TRON e altri che vedono attività di sviluppo“.

Al contrario, il CEO di Pantera Capital, Dan Morehead, pensa che Polkadot sia un concorrente di Ethereum. Con circa il 10% della capitalizzazione di mercato dei PF, questo progetto ha un enorme potenziale. Il CEO ha commentato:

„Polkadot sta negoziando solo al 10% del valore dell’Ethereum. E la nostra teoria è che ha una probabilità molto più alta del 10% di essere un concorrente dell’Ethereum“.

Sviluppo su Polkadot in forte aumento

Sebbene Polkadot continui ad avere meno sviluppatori di Ethereum e Bitcoin  Revolution, un nuovo rapporto indica che l’attività degli sviluppatori si è ridotta a ETH e BTC ed è aumentata di oltre il 44% a Polkadot. Il rapporto tiene conto degli sviluppi del secondo trimestre del 2020:

„Polkadot (+44%) e Cosmos (+15%) hanno visto una crescita sostanziale dell’attività di sviluppo. Questo aumento è probabilmente dovuto a protocolli che abbandonano le catene proprietarie a favore di soluzioni testate in battaglia in un mercato post-COVID con un budget di R&S ridotto. Polkadot, in particolare, ha lanciato la sua rete principale alla fine di maggio 2020, raccogliendo un crescente interesse da parte di sviluppatori esterni“.

Attualmente, 253 progetti sono basati su Polkadot, e variano da stablecoins come Tether ai social network. Sulla base dei dati del tracker PolkaProject, il numero era inferiore a 200 all’inizio di settembre. Così, nel giro di poche settimane è stata osservata una forte impennata. L’attività degli sviluppatori è una potente metrica che riflette il reale valore di un progetto, secondo alcuni esperti del settore.

Ma, è piuttosto impegnativo valutare finalmente se Polkadot è un killer dell’Etereum e se il progetto relativamente giovane sostituirà o sposterà l’Etereum a lungo termine.